Non pensate mai di essere i migliori, vi aiuterà molto a capire la diversità

A vent’anni dall’ultima visita di un Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Àngel Fernández Artime, X successore di don Bosco, ha intrattenuto i ragazzi del più grande Centro di Formazione Professionale CNOS-FAP della provincia di Cuneo, quello di Fossano, di cui ha benedetto il nuovo laboratorio di impianti termo idraulici ed energetici.
“Il mondo è bello, bellissimo. Le nazioni sono l’una diversa dall’altra. Le culture sono diverse. La gente ovunque è molto accogliente. Non pensate mai di essere i migliori, vi aiuterà molto a capire la diversità. Non lasciate che i politici di turno influenzino il vostro pensiero, voi avete un cuore, siate voi a scegliere a cosa credere ed a cosa pensare. E non dimenticate mai che il vostro popolo, quello italiano, è un popolo di migranti”. È un messaggio di apertura e di confronto tra popolazioni, tra religioni e tra culture diverse quello lanciato oggi dal Rettor Maggiore dei Salesiani don Àngel Fernández Artime ai ragazzi del Centro di Formazione Professionale Salesiano CNOS-FAP di Fossano.
L’ultima visita di un Rettor Maggiore dei Salesiani a Fossano risale a vent’anni fa. Un dato, da solo, in grado di evidenziare l’importanza storica della visita odierna del X successore di Don Bosco, per la quale esprime tutta la sua soddisfazione Don Bartolomeo Pirra, direttore dell’istituto fossanese: “Il Rettor Maggiore ha deciso di venire a visitare questo istituto, questa casa, perché tra tutti i centri di formazione professionale salesiani ben esprime il sogno di Don Bosco. Ragazzi bravi ed impegnati, formatori appassionati che li seguono e laboratori all’avanguardia fanno del centro che dirigo un punto di riferimento di tutto il Piemonte. Da parte mia ringrazio la Provvidenza che continua a fornirci gli strumenti per poter continuare ad andare avanti”. Grazie alle sue spiccate doti comunicative, don Àngel ha infiammato la platea
infondendo un messaggio di speranza e di pace ed ha spiegato come Don Bosco sarebbe stato felice in mezzo quei ragazzi: “Oggi avrebbe il vostro taglio di capelli, anche lui avrebbe un cellulare e un account su un social network. Ai suoi tempi il mezzo di comunicazione più evoluto era la tipografia così volle avere la tipografia più all’avanguardia per quei tempi”. In conclusione, prima della benedizione di rito, un invito speciale rivolto con il cuore ai ragazzi affinché ambiscano e credano sempre in ciò che fanno: “Non rinunciate mai ai vostri sogni, perché il giorno in cui smetterete di sognare, significherà che state diventando vecchi”.

Premio Sigillo d’oro 2017

 

 

 

Don Giampaolo Del Santo è stato premiato con il “Sigillo d’oro 2017” della Camera di Commercio di Cuneo.
Complimenti a lui e a tutti i premiati per la Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico che si sono distinti nell’industria nel commercio, nell’artigianato nelle cooperative e nella coltivazione dei fondi, in qualità di proprietari ed affittuari che con il loro impegno costante hanno contribuito allo sviluppo economico della nostra provincia.

Le donne artigiane si raccontano agli studenti

Lezioni di vita e di imprenditoria al femminile, martedì 3 ottobre, presso il nostro CFP! Come uditrici, le studentesse (e alcuni studenti) delle classi terze dei corsi di parrucchieri ed estetiste. Come relatrici, alcune rappresentanti del Movimento donne Confartigianato. Dopo la proiezione di un video sull’imprenditoria femminile, la presidente provinciale del Movimento Mirella Marenco ha spiegato alle studentesse l’importanza e i numeri dell’imprenditoria femminile nel mondo artigiano, i settori coinvolti, la fatica ma anche il valore aggiunto che le donne portano creando un’impresa. Mary Bertola, capo categoria Acconciatori zona di Fossano e delegata del Movimento donne, e Adonella Fiorito, presidente provinciale Estetiste e componente del Movimento, hanno raccontato la loro storia imprenditoriale, spiegato i valori e le difficoltà incontrate nel gestire un’azienda, l’evoluzione del lavoro nel corso di questi anni, l’importanza della formazione continua e di mettersi continuamente in gioco per migliorare e poter sempre soddisfare l’esigenze della clientela. L’incontro si è concluso con i saluti dell’assessore Cristina Ballario e del presidente Confartigianato Zona di Fossano Clemente Malvino, che si è congedato dalle ragazze sottolineando l’importanza di “impegnarsi per realizzare i propri sogni e le proprie ambizioni”. Vedi l’articolo apparso su “La Fedeltà”