ENERGIA E BIOEDILIZIA

Immagine

Ringraziamo sentitamente quattro ditte che operano sul territorio fossanese e che venerdì 3 maggio hanno organizzato presso il nostro centro CNOS-FAP di Fossano, un seminario sulle costruzioni innovative a basso impatto ambientale a cui hanno partecipato le classi terze dei settori Termoidraulico ed Elettrico:
  • Un  grazie particolare a BONELLI LEGNAMI per essere stato il promotore dell’evento e per l’invito rivolto ai nostri allievi a visitare il cantiere di una casa in legno che verrà realizzata nei prossimi giorni in città.
  • TERMOIDRAULICA PANERO MASSIMILIANO
  • DOMOTICA LABS
  • TOP SERRAMENTI
Un bell’esempio di sinergia scuola e impresa che si propone di gettare un ponte tra la formazione teorica della scuola e quella pratica e concreta del mondo del lavoro. E’ un’occasione straordinaria per i nostri giovani per crescere e per sviluppare competenze sempre più  spendibili sul mercato del lavoro.
“Bene comune” vuol dire coltivare una visione lungimirante, vuol dire investire sul futuro, vuol dire preoccuparsi della comunità dei cittadini, vuol dire anteporre l’interesse a lungo termine di tutti all’immediato profitto dei pochi, vuol dire prestare prioritaria attenzione ai giovani, alla loro formazione e alle loro necessità. Vuol dire anteporre l’eredità che dobbiamo consegnare alle generazioni future all’istinto primordiale di divorare tutto e subito. Grazie a tutti coloro che si adoperano per la realizzazione del bene comune, così chiaramente definito da Settis, illustre archeologo e storico d’arte.

Facciamo Presto – conclusioni

Lo scorso 24 novembre a Fossano il CNOS-FAP ha organizzato “Facciamo presto”, una intensa giornata di confronto sulla creazione del nuovo welfare tra operatori del terzo settore e rappresentanti della politica, delle istituzioni, degli enti locali e dell’amministrazione carceraria. Proprio Fossano, infatti, una delle poche città ad ospitare il carcere “dentro le mura”, negli ultimi anni è stata teatro di importanti esperimenti di innovazione sociale che intersecano i temi del fine pena, dell’agricoltura sociale e del welfare: “Officina del possibile”, “Manuattenzioni”, “Cascina Pensolato”, “Museo Diocesano Social Club”, sono progetti mirati all’inserimento di persone svantaggiate in attività di pubblica utilità, la cui ideazione e messa in opera è stata possibile grazie al forte senso di comunità che a Fossano permea le diverse componenti sociali, dall’amministrazione agli operatori, fino a coinvolgere la società civile. La palestra dell’Istituto Salesiano di via Verdi, che ha ospitato l’iniziativa, è essa stessa testimonianza di questo processo virtuoso: la sua riqualificazione, infatti, ha visto l’impiego di detenuti ed ex detenuti nell’ambito delle attività di reinserimento lavorativo del progetto “Manuattenzioni”, di cui il CNOS-FAP è capofila. La giornata non si è limitata ad un semplice bilancio dei progetti, ma ad un loro rilancio, per valorizzarli con funzione generativa verso il futuro. È stata richiamata con forza la necessità per tutti i soggetti coinvolti di elevare il proprio punto di vista e ampliare lo sguardo verso nuove contaminazioni. In coerenza con tali premesse, il dibattito dalla questione del fine pena e dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate si è ampliato a comprendere i temi del cambiamento in corso dei modelli produttivi, le conseguenti emergenze sociali che vanno profilandosi in un futuro ormai prossimo, le modifiche normative necessarie affinché il terzo settore possa intervenire, il passaggio da un modello di welfare di tipo distributivo ad uno generativo. Ampia e rappresentativa. Hanno partecipato al confronto con gli operatori: Laura Bottero (direttrice U.E.P.E. Cuneo), Bruno Mellano (garante regionale dei detenuti e delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà), Domenico Arena (dirigente U.E.P.E. Torino), competente per le regioni Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta), Delia Revelli (presidente Federazione regionale e provinciale Coldiretti Cuneo), don Flavio Luciano (direttore della Pastorale Sociale e del Lavoro), Cristina Ballario (assessore alle Politiche del Lavoro e dell’Agricoltura a Fossano), Gianpiero Piola (presidente del Consorzio Monviso Solidale), Andrea Silvestri (direttore generale Fondazione CRC), Gianfranco Mondino (Presidente Fondazione CRF), Liberato Guerriero (Provveditore dell’amministrazione penitenziaria di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta). Il dibattito si è concluso con gli interventi di Chiara Gribaudo (vicepresidente gruppo Pd Camera, responsabile lavoro) e Mino Taricco (gruppo Pd Camera e Vicepresidente della Commissione bicamerale per la semplificazione).

Facciamo Presto

0001
Gentilissima/o
Con la presente siamo lieti di invitarla ad un evento di confronto sul tema del “creare lavoro”:
venerdì 24 novembre 2017, Fossano, Palestra presso CNOSFAP (via Verdi 22)
L’evento nasce in questo fine 2017 dall’esigenza di stabilire un confronto tra tutte quelle realtà che si sono impegnate per cogliere i bisogni sociali e culturali emergenti e giocare un ruolo attivo nella costruzione di una società più coesa e resiliente.
L’Officina del Possibile, le Manuattenzioni, il Pensolato e il Museo Social Club sono i quattro progetti che ci hanno messo alla prova. Quanti valori hanno generato, quante persone e organizzazioni hanno coinvolto: volontari e imprese profit e non profit, organizzazioni pubbliche e private, detenuti a fine pena, insegnanti, agricoltori e molti altri ancora.
Invitiamo la Vostra organizzazione che, come noi, è attiva nel contrasto alla crisi attraverso azioni solidali, a partecipare ad un evento che ha il senso di condividere, discutere e consolidare apprendimenti e prospettive, nella direzione di cercare ulteriori sinergie affinché il “lavoro creato” sia l’ingrediente fondamentale di percorsi sostenibili e solidali che portano fuori da condizioni di marginalità, vulnerabilità o inattività.
Alla presente alleghiamo il programma di attività della giornata del 24 novembre 2017, durante la quale troverete sia momenti di dialogo ispirati al confronto e all’ascolto di tutti i punti di vista, che una conferenza con contributi di esperti ed infine un rinfresco preparato con i prodotti delle Cooperative. Farà da cornice la palestra di Via Verdi, uno spazio rinnovato e colorato attraverso le Manuattenzioni.
In attesa di un vostro gentile riscontro, cogliamo l’occasione per porgervi
cordiali saluti,
Beppe Beccaria (Fondazione NoiALTRI) – Officina del Possibile
Maurizio Giraudo (CNOSFAP) – Manuattenzioni
Nino Mana (Caritas) – Cooperativa Agricola Sociale Pensolato
Monica Mazzucco (Culturadalbasso) – Museo Social Club