don Bosco il Santo che ama i giovani

don Bosco: “La gioia è la più bella creatura uscita dalle mani di Dio dopo l’amore”. Ed è con immensa gioia che ogni anno i nostri allievi e le nostre allieve accolgono i festeggiamenti del 31 gennaio, giorno in cui ricordiamo Don Bosco e la sua opera di amore e dedizione per i giovani, la sua opera che anche la nostra scuola prova a portare avanti.

La festa per noi è preghiera, è canto, è stare insieme con allegria: questo è successo nella Santa Messa a cui tutti abbiamo partecipato con intensità e gratitudine.

I nostri allievi ancora non sanno che ogni 31 gennaio sarà per loro un giorno speciale per sempre. Perché loro rimarranno per sempre i giovani di Don Bosco.

“Dite ai giovani che li aspetto tutti in Paradiso” Don Bosco

 

31 Gennaio 2020 – FESTA di San GIOVANNI BOSCO – Patrono della gioventù

Immagine

Se don Bosco è guardato con simpatia dal popolo italiano, che lo ha fatto diventare uno dei santi in cui maggiormente si identifica, è soprattutto perché viene colto come UOMO DI SPERANZA. In un mondo come l’attuale, tentato dallo scoraggiamento e dalla perdita di fiducia nel futuro, l’opzione educativa di don Bosco risuona come uno stimolo a operare per il bene dei giovani perché, come ha più volte ripetuto: “Basta che siate giovani perché io vi ami assai”.

Celebriamo e invochiamo l’aiuto paterno di San Giovanni Bosco:

  • Venerdì 31 Gennaio 2020 i Salesiani, i Formatori e Giovani che frequentano il Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap festeggeranno San Giovanni Bosco con la Santa Messa, presieduta dal Vescovo di Fossano-Cuneo, e poi con un momento conviviale.
  • Domenica 2 Febbraio 2020, la Famiglia Salesiana (Salesiani, Cooperatori/trici, Exallievi/e e Benefattori/trici) e tutti coloro che a diverso titolo sentono il desiderio di RINGRAZIARE San Giovanni Bosco per quanto di grande e di bene ha fatto, si troveranno alle ore 11 nella Cappella dell’Istituto Salesiano per la Santa Messa, per un breve momento di riflessione e di convivialità.

In allegato la sintesi della lettera che don Bosco, all’inizio del mese di Aprile del 1858, dopo aver passato alcuni giorni nella casa da lui fondata a Borgo San Martino vicino a Casale Monferrato, rientrato a Torino, scrive ai giovani che in essa vivono, studiano e si costruiscono un futuro. In essa don Bosco propone alcune riflessioni e alcuni impegni concreti che possono essere di stimolo affinché viviamo con gioia e impegno la nostra vita.

Lettera ai Giovani scritta da Don Bosco                                                             

                                                                             Buona Festa di don Bosco!

 

I migliori Auguri di Natale dal CnosFap

Immagine

Un Augurio di Pace e Serenità per il Santo Natale
In questo modo abbiamo deciso di prepararci all’arrivo di Gesù e di salutare l’anno che sta finendo, augurandoci Pace e Serenità in tutte le lingue che conosciamo e che condividiamo a scuola, per ricordarci che Gesù nasce per tutti e che siamo tutti uguali. L’abbiamo fatto nella Santa Messa, celebrata nella Chiesa del Salice dai sacerdoti dell’Istituto Salesiano e da don Michele Molinar, arricchita dalle preghiere e dai canti dei nostri ragazzi, e nella cena di Natale martedì 17 dicembre, che ha visto la partecipazione numerosa delle famiglie e degli allievi.
E quindi... Buon Natale - Merry Christmas - Feliz Navidad - Gëzuar Krishtlindjet - Սուրբ Ծնունդ - Joyeux Noël - Crăciun fericit - عيد ميلاد سعي - Bün Natal 

La Comunità Salesiana di Fossano,

gli Insegnanti e gli Operatori del CFP CnosFap 

VI AUGURANO 

un BUON NATALE e un FELICE 2020.

Facciamo nostre le parole di Papa Francesco:
Ecco, sarà Natale se, come Giuseppe, daremo spazio al silenzio
se, come Maria, diremo eccomi a Dio; 
se, come Gesù, saremo vicini a chi è solo; 
se, come i pastori, usciremo dai nostri recinti per stare con Gesù. 
Sarà Natale, se troveremo la luce nella povera grotta di Betlemme ... 
perché a Natale Dio è venuto povero.
A U G U R I ! ! !

don Bartolo Pirra - Direttore CnosFap

Presepe elettromeccanico realizzato dalle sapienti mani di don Del Santo, il sig. Casasole e il sig. Masante. Il presepe è visitabile gratuitamente persso la Sala Domenico Savio all'interno dell'Istituto Salesiano.