IMPARARE sul CAMPO

Immagine

Una visita tecnica decisamente formativa quella a cui i ragazzi della Prima Carrozzeria, insieme ai prof Mellano, Rinero e Tallone, hanno avuto modo di partecipare mercoledì 29 gennaio 2020.

Nella mattinata sono stati accolti nella Carrozzeria Macocco di Alba, dove hanno potuto visionare tutti i reparti di lavoro dell’azienda, dall’accettazione del cliente, alle fasi di montaggio e smontaggio, alla verniciatura, fino alla lucidatura ed alla consegna.

Nel pomeriggio hanno visitato la Embo S.p.A Ricambi Auto di Caramagna Piemonte, con osservazione del lavoro dall’arrivo della lamiera nel reparto stampaggio, al passaggio al reparto verniciatura con la cataforesi (verniciatura ad immersione), fino al taglio laser e all’imballaggio.

Insomma, una giornata di formazione sul campo ricca di spunti per il loro futuro di “bravi lavoratori, buoni cristiani ed onesti cittadini” secondo l’insegnamento di don Bosco.

Ringraziamo di cuore  le aziende per la loro preziosa collaborazione nella formazione dei nostri giovani.

don Bosco il Santo che ama i giovani

don Bosco: “La gioia è la più bella creatura uscita dalle mani di Dio dopo l’amore”. Ed è con immensa gioia che ogni anno i nostri allievi e le nostre allieve accolgono i festeggiamenti del 31 gennaio, giorno in cui ricordiamo Don Bosco e la sua opera di amore e dedizione per i giovani, la sua opera che anche la nostra scuola prova a portare avanti.

La festa per noi è preghiera, è canto, è stare insieme con allegria: questo è successo nella Santa Messa a cui tutti abbiamo partecipato con intensità e gratitudine.

I nostri allievi ancora non sanno che ogni 31 gennaio sarà per loro un giorno speciale per sempre. Perché loro rimarranno per sempre i giovani di Don Bosco.

“Dite ai giovani che li aspetto tutti in Paradiso” Don Bosco

 

31 Gennaio 2020 – FESTA di San GIOVANNI BOSCO – Patrono della gioventù

Immagine

Se don Bosco è guardato con simpatia dal popolo italiano, che lo ha fatto diventare uno dei santi in cui maggiormente si identifica, è soprattutto perché viene colto come UOMO DI SPERANZA. In un mondo come l’attuale, tentato dallo scoraggiamento e dalla perdita di fiducia nel futuro, l’opzione educativa di don Bosco risuona come uno stimolo a operare per il bene dei giovani perché, come ha più volte ripetuto: “Basta che siate giovani perché io vi ami assai”.

Celebriamo e invochiamo l’aiuto paterno di San Giovanni Bosco:

  • Venerdì 31 Gennaio 2020 i Salesiani, i Formatori e Giovani che frequentano il Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap festeggeranno San Giovanni Bosco con la Santa Messa, presieduta dal Vescovo di Fossano-Cuneo, e poi con un momento conviviale.
  • Domenica 2 Febbraio 2020, la Famiglia Salesiana (Salesiani, Cooperatori/trici, Exallievi/e e Benefattori/trici) e tutti coloro che a diverso titolo sentono il desiderio di RINGRAZIARE San Giovanni Bosco per quanto di grande e di bene ha fatto, si troveranno alle ore 11 nella Cappella dell’Istituto Salesiano per la Santa Messa, per un breve momento di riflessione e di convivialità.

In allegato la sintesi della lettera che don Bosco, all’inizio del mese di Aprile del 1858, dopo aver passato alcuni giorni nella casa da lui fondata a Borgo San Martino vicino a Casale Monferrato, rientrato a Torino, scrive ai giovani che in essa vivono, studiano e si costruiscono un futuro. In essa don Bosco propone alcune riflessioni e alcuni impegni concreti che possono essere di stimolo affinché viviamo con gioia e impegno la nostra vita.

Lettera ai Giovani scritta da Don Bosco                                                             

                                                                             Buona Festa di don Bosco!