Scopriamo il CNOSFAP di Fossano

Immagine

Scopriamo il CNOS-FAP di Fossano

#formazionepropfessionale #CONSFAPFossano #laformazioneprofessionaletifacrescere #acconciatura #termoidraulica #elettro #automotive #meccanicaindustriale #estetica #meccanizzazioneagricola #carrozzeria

Publiée par Cnos-Fap Salesiani Fossano sur Jeudi 28 novembre 2019

La Formazione Professionale ti attende!

Immagine

Tempo di scelta, tempo di iscrizioni! La Formazione Professionale ti attende!

Iscrizioni aperte per tutte le scuole dal 7 al 31 gennaio 2020.

Dal 7 gennaio al 31 gennaio tutti i giovani frequentanti il terzo anno della scuola media sono chiamati a scegliere il loro futuro percorso scolastico. 

Nei CFP del CNOS-FAP Piemonte sei già uno di noi!

Il nostro Centro di Formazione Professionale, come tutti i centri di formazione salesiani CNOS-FAP della Regione e d’Italia, propone a tutti i giovani in uscita dalla terza media un’attività di “Porte Aperte”.

Le famiglie e i giovani che lo desiderano potranno visitare il nostro Centro di Formazione e incontrare formatori e allievi che presenteranno i corsi proposti i giorni 14 dicembre e 11 gennaio 2020 dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle 14  alle ore 17.

Nel prossimo anno formativo il CNOS-FAP di FOSSANO propone i seguenti percorsi formativi:

  • Operatore di impianti termoidraulici

  • Operatore del benessere – Erogazione di trattamenti di acconciatura

  • Operatore del benessere – Erogazione dei servizi di trattamento estetici

  • Operatore elettrico - Installatore impianti elettrici civili e industriali e del terziario

  • Operatore alle riparazioni dei veicoli a motore - Manutenzione e riparazione di parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici e di pneumatici

  • Operatore alle riparazioni dei veicoli a motore - Manutenzione e riparazione di macchine operatrici per l’agricoltura, l’edilizia e di pneumatici

  • Operatore meccanico - Lavorazione e montaggio componenti meccaniche.

I percorsi hanno durata triennale per complessive 2970 ore di cui 300 ore di stage in azienda, di norma al terzo anno. Si tratta dunque di 990 ore l’anno che consentiranno il raggiungimento della Qualifica professionale. In seguito sarà possibile acquisire il diploma professionale frequentando il quarto anno. E per chi avesse ancora voglia di studiare, è possibile accedere alla frequenza di un quinto anno propedeutico con il conseguimento del diploma che permette di accedere all'Università.

In particolare, il percorso “Operatore alle riparazioni dei veicoli a motore - Manutenzione e riparazione di macchine operatrici per l’agricoltura, l’edilizia e di pneumatici” è erogato con la modalità “duale”: sono quindi previsti due momenti di alternanza presso le aziende del territorio: 400 ore durante il secondo anno e 400 ore durante il terzo.

È anche possibile, dopo aver conseguito la qualifica triennale, proseguire gli studi superiori per raggiungere il diploma oppure stipulare un regolare contratto di lavoro in apprendistato.

Ogni percorso formativo è per oltre la metà delle ore svolto in laboratori e officine relative ai mestieri o alle attività professionali prescelte. Nei laboratori si svolgono lezioni ed esercitazioni pratiche con strumenti e attrezzature tecnologicamente al passo con i tempi. Questa è una caratteristica peculiare della Formazione Professionale che, accompagnata alla presenza di un modulo di stage, porterà gli allievi per circa due mesi all'interno delle imprese, consentendo di acquisire quella forte competenza operativa che rappresenta un buon viatico per una probabile assunzione dopo il conseguimento della qualifica (3 anni).

Secondo i dati dell’ultimo anno, questo accade nel 90% dei casi. 

Genitori e allievi si trovano davanti a una scelta impegnativa! Costruire oggi il proprio domani è una scelta che richiede coraggio e speranza. Il nostro CFP vi aspetta per accompagnarvi a comprendere meglio la Formazione Professionale e le sue opportunità. Troverete operatori pronti a supportarvi per effettuare l’iscrizione on line, perché disponiamo di un apposito accesso al portale “SCUOLA IN CHIARO”, che sarà attivo dal 7 al 31 di gennaio 2020, come prevede il dispositivo emanato dal MIUR nei giorni scorsi.

“È tempo di scegliere, è tempo di diventare grandi! - commenta Don Bartolomeo Pirra Direttore dell’Opera Salesiana e del CFP - In questo percorso bello e impegnativo, il CNOS-FAP Regione Piemonte da quarant’anni si offre a questo territorio, alle famiglie, alle imprese ma soprattutto ai giovani con l’ambizione di accompagnarli, secondo il sogno di Don Bosco, a essere ‘felici nel tempo e nell’eternità’. Vi aspettiamo nella nostra sede di FOSSANO Via Verdi, 22.”

Parliamo di legalità con i Carabinieri

Immagine

Come sa chiunque è attento alle tematiche sociali, l'educazione alla legalità è un tema di primissima importanza se si vuole mantenere viva e attiva una società democratica fondata su garanzie e diritti per tutti, nonché su regole certe e comprensibili per chiunque. La legalità è ciò che permette a ogni cittadino l'esercizio della propria personalità e lo sviluppo del proprio benessere.

Letteralmente "legalità" vuol dire agire all'interno della legge, osservare le leggi e rispettare le regole della convivenza civile.
Avendo a che fare con i cittadini di domani, il nostro Centro di Formazione Professionale ha invitato alcuni rappresentanti delle forze dell'ordine a un incontro con i ragazzi e le ragazze delle varie classi per capire meglio cosa è legale e cosa non lo è, cosa fare in presenza di comportamenti illegali e come reagire. Sono venuti a trovarci nelle prima settimana di dicembre il Capitano Elpidio Balsamo, il Maresciallo maggiore Ciro Schioppa e l'appuntato scelto q.s. Francesco Nanna .
Nel corso di tre incontri con i ragazzi, i rappresentanti delle forze dell'ordine hanno raccontato come si svolge il loro lavoro di prevenzione e di controllo.
Con un linguaggio colloquiale, molto apprezzato da ragazzi e ragazze, il Capitano Balsamo ha illustrato i pericoli e le difficoltà in cui si rischia di cadere per quanto riguarda il mondo delle dipendenze: sia da sostanze psicotrope, sia per le ludopatie; ha anche messo sotto i riflettori gli aspetti legali e sociali che vanno dalle piccole illegalità quotidiane (ad esempio i furtarelli) alle grandi (i reati violenti contro la persona).
I tre incontri hanno coinvolto gli allievi che hanno dimostrato il loro interesse con numerose domande, continuate anche durante le lezioni, all'interno delle aule.
Ringraziamo i rappresentanti dell'Arma dei Carabinieri per il loro importante e impegnativo lavoro di prevenzione e di informazione sul territorio.